Archivi tag: Russia

LE OPERAZIONI BELLICHE NEL 1914: IL FRONTE OCCIDENTALE ED IL FRONTE ORIENTALE

I capi di stato maggiore degli eserciti impegnati nel primo conflitto mondiale all’inizio delle ostilità pensavano che la guerra fosse di breve durata. I generali dei due schieramenti antagonisti possedevano una concezione della guerra in stile ottocentesco in netto contrasto con il potenziale offerto dalle nuove armi. Infatti durante i decenni antecedenti alla Prima Guerra Mondiale le armi avevano sùbito degli enormi miglioramenti ed era divenuto impensabile con un tale armamento poter condurre le azioni belliche in stile ottocentesco. Nonostante ciò esistevano dei piani militari tedeschi e francesi.

Il piano tedesco chiamato Schlieffen ideato prima della Grande Guerra dall’allora capo di stato maggiore Schlieffen prevedeva due mosse principali. I due punti del Piano Schlieffen erano impostati per annientare i due nemici che contenevano gli Imperi Centrali i francesi ad ovest ed i russi ad est. Infatti i tedeschi concentrarono le loro forze inizialmente contro la Francia l’unica che all’inizio della guerra fosse in grado di allestire prontamente un esercito. Gli inglesi ignoravano il servizio di leva obbligatorio all’inizio della guerra quindi i tedeschi sapevano che l’Inghilterra non sarebbe intervenuta entro breve tempo. Inoltre l’Inghilterra non possedeva come gli altri statti in guerra un piano prestabilito. Gli inglesi si basavano sulla potenza della Royal Navy e sul loro vastissimo impero coloniale. L’esercito terrestre inglese era piccolo ma composto da professionisti. Per contrastare i russi i tedeschi avevano lasciato poche divisioni in difesa del fronte orientale prevedendo che la Prussia orientale sarebbe stata la prima ad essere colpita dall’avanzata russa. Una volta travolta e sconfitta la Francia l’Impero Tedesco si sarebbe rivolto contro l’Impero Russo.

Parlare del Piano Schlieffen come di un unico piano militare esistente diventa superficiale.

In realtà durante gli anni antecedenti alla Prima Guerra Mondiale gli stati della Triplice Alleanza e della Triplice Intesa idearono molti piani militari d’invasione. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Storia Contemporanea

L’IMPERO OTTOMANO DOPO IL CONGRESSO DI VIENNA

L’Impero Ottomano nato nel XIV secolo in Turchia dopo aver conosciuto un periodo florido e di potenza nel XV e nel XVI secolo entra in crisi a partire dalla fine del XVII secolo. Un nutrito numero di studiosi è concorde sul fatto che la sconfitta ottomana nell’Assedio di Vienna del 1683 segnò l’inizio della crisi dell’impero della dinastia di Osman. Dopo il Congresso di Vienna era diventato chiaro alle potenze europee che l’Impero Ottomano era in decadenza. La crisi dell’Impero ottomano era diventata evidente alle potenze europee durante le guerre protratte nel settecento tra i gli ottomani e gli austro – russi. Infatti sia l’Austria che la Russia per tutto il settecento cercarono di ampliare i propri possedimenti territoriali a scapito di quelli ottomani. In particolare la Russia cercava uno sbocco sul mare mentre l’Austria cercava di espandersi nei Balcani. Celebre è il Patto Greco fra Austria e Russia stipulato dalle due potenze europee negli anni ottanta del settecento. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Storia Contemporanea, Storia Militare, Storia Moderna

IL PIANO ARCHITETTATO VERSO LA FINE DEL XVIII SECOLO DALL’IMPERO RUSSO E DAL SACRO ROMANO IMPERO NOMINATO “PROGETTO GRECO”: ELIMINARE L’IMPERO OTTOMANO E RICOSTITUIRE L’IMPERO BIZANTINO

PER COMPRENDERE L’ARTICOLATA E COMPLESSA SITUAZIONE POLITICA E TERRITORIALE DELL’EUROPA ORIENTALE DI CIRCA FINE XVIII SECOLO, BISOGNA DESCRIVERE LE CAUSE E GLI EVENTI BELLICI ANTECEDENTI A QUESTO CAPITOLO STORICO. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Storia Militare, Storia Moderna

Centenario della Prima Guerra Mondiale 1914 – 1918 / 2014 – 2018

CENTENARIO DELLA PRIMA GUERRA MONDIALE

1914-1918 / 2014-2018

PER RICORDARE SEMPRE E PER NON DIMENTICARE MAI

PREMESSA

Per comprendere il primo grande conflitto che sconvolse l’Europa e molte altre nazioni del mondo, bisogna ritornare indietro nel tempo e soffermarsi negli anni dei grandi cambiamenti sociali, politici e territoriale, avvenuti a partire dalla prima metà dell’ottocento.

Le motivazioni della prima guerra mondiale, sono da ricercarsi in molti fattori, accaduti durante il XIX secolo, non solo su piani politici e militari ma su interessi territoriali, diversità di idee, etnia, cultura e anche in una serie di situazioni trascurate e gestite negativamente, a tal punto da far esplodere una belligeranza distruttiva tra le più grandi della storia dell’umanità.

Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Storia Contemporanea