Archivi tag: Maria Antonietta d’Asburgo

LA RIVOLUZIONE FRANCESE 4° PARTE

L’esecuzione capitale del re francese Luigi XVI il 21 gennaio del 1793 portò a dei risentimenti opposti tra i sostenitori e gli oppositori di tale condanna. Molti la trovarono un atto eccessivo e questo provocò la rivolta della Vandea una regione della Francia del sud nella quale esisteva una prevalente idea monarchica. Il partito della gironda chiamati girondini dal nome della Gironda una regione della Francia venne messo da parte poiché aveva tentato di salvare il re francese Luigi XVI dalla condanna a morte e facendo prevalere i giacobini nome datogli dalla rue Jacob dove avvenivano le loro assemblee. Nacque un ristretto gruppo chiamato Comitato di Salute Pubblica. Ne fecero parte il tribuno Georges Jacques Danton e l’avvocato Maximilien Robespierre. La Rivolta della Vandea venne stroncata e la regione messa a ferro e fuoco. Anche le città di Tolone, Lione e Marsiglia tutte e tre ribelli alla rivoluzione vennero riconquistate brutalmente alla causa rivoluzionaria. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Storia Contemporanea, Storia Moderna

LA RIVOLUZIONE FRANCESE 3° PARTE

La presa del Palazzo delle Tuirelles aveva decretato la fine della monarchia perché di fatto il potere passò nelle mani della Comune che obbligò l’Assemblea Legislativa a proclamare la monarchia decaduta. Venne creata la Convenzione Nazionale che avrebbe avuto il compito di formulare una nuova costituzione. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Storia Contemporanea, Storia Moderna

LA RIVOLUZIONE FRANCESE 2° PARTE

La presa della fortezza della Bastiglia da parte dei parigini del 14 luglio 1789 indica generalmente l’inizio della Rivoluzione Francese anche se in realtà già i altre località francesi l’agitazione era già presente. Nel maggio 1787 la giornata delle Tegole ne è un chiaro esempio dove a Grenoble le forti proteste delle famiglie in miseria si scontrarono con l’esercito il quale fu attaccato da tegole tirate dai cittadini saliti sopra i tetti. Anche il municipio fu assaltato il giorno precedente alla presa della Bastiglia il 13 luglio 1789, il sindaco in carica veniva  destituito ed ucciso dalla folla con conseguente nomina di Bailly a sindaco di Parigi.

Il re di Francia Luigi XVI è costretto a riconoscere l’Assemblea Nazionale riunita nella Sala della Pallacorda ed invita i nobili ed il clero a parteciparvi. Il 20 giugno del 1789 il Terzo Stato che si definisce il vero rappresentante della Nazione proclamò il Giuramento della Pallacorda con l’intenzione di emanare una Costituzione per la Francia. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Storia Contemporanea, Storia Moderna

LA RIVOLUZIONE FRANCESE 1° PARTE

In Francia i due regni del Re Sole Luigi XIV e del suo successore il Re Luigi XV avevano tutt’altro che arricchito le casse dello stato francese. Durante i settantadue anni di regno di Luigi XIV la Francia aveva conosciuto circa trent’anni di guerre, la guerra della Lega di Augusta, la Guerra di Successione Spagnola furono tra quelle più importanti sostenute dalla Francia di quel tempo. Dal 1715 al 1774 successe al Re Luigi XIV Luigi XV il quale molte volte si disinteressò dei problemi statali francesi provocando un peggioramento delle condizioni generali del popolo di Francia. Da ricordare che tra seicento e settecento, l’Europa conobbe un lungo periodo di mutamento climatico chiamato Piccola Era Glaciale in cui le temperature si abbassarono provocando un clima freddo ed incidendo sull’agricoltura, con cattivi raccolti. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Storia Contemporanea, Storia Moderna