LA MANOVRA A TENAGLIA DEGLI ARABI NELLA PRIMA META’ DELL’ VIII SECOLO D.C. CONTRO L’EUROPA

Nel 476 D.C. con la caduta dell’Impero Romano d’Occidente, l’Europa entrava nel Medioevo e con i saccheggi e le devastazioni provocate dai barbari, portavano il vecchio continente ad un nuovo assetto territoriale e politico con l’instaurarsi dei regni Romano-Barbarici, l’attuale Spagna andava ai Visigoti, i goti dell’ovest, in Italia si stabilivano gli Ostrogoti, i Goti dell’est, la Francia e una porzione della Germania attuale, andava ai Franchi, gli Angli si stabilivano in Gran Bretagna, i Vandali in nord Africa, in Tunisia mentre l’Impero Romano d’Oriente o Impero Bizantino sopravvisse per oltre mille anni alla controparte occidentale, questo assetto dell’europa verrà cambiato, quando diverrà Imperatore Bizantino Giustiniano I.

Il nuovo Imperatore Bizantino, voleva far tornare agli antichi splendori, l’Impero di Roma e avvalendosi di generali come Belisario e Narsete, riuscì a conquistare una porzione del sud della spagna, ad attaccare i vandali sottraendo a loro il nord Africa e attaccando l’Italia, in quel momento governato dal Re degli Ostrogoti Teodorico, conquistando quasi dopo venti anni di battaglie, dal 535 al 553 D.C. l’Italia, facendo tornare il bacino del mare Mediterraneo, il Lago Romano.
Nel 568 D.C. giudati da Alboino, i Longobardi, una popolazione barbarica che già dal II secolo D.C. si spostava verso l’occidente europeo, si stabiliva in Italia, costituendo un regno indipendente, ai danni dell’Impero Romano d’Oriente e iniziando una espansione del loro territorio che ridurrà sempre di più i territori dei Bizantini in Italia, arrivando a possedere l’Esarcato di Ravenna il sud d’Italia e pochi altri territori, lasciando il resto dell’Italia in mano Longobarda, e i territori al centro della penisola, da poco sotto il potere del Papa facendo nascere così il potere tempore dei Papi con la nascita dello Stato Pontificio.
Nel 632 D.C. con la morte del Profeta Maometto e la predicazione dell’Islam, gli Arabi, si erano convertiti all’Islamismo e cominciarono la conquista di tutti i territori possibili per diffondere la religione Islamica e già circa dopo quasi un secolo all’inizio dell’ VIII secolo D.C. avevano conquistato dopo l’attuale Arabia, quasi tutto il nord Africa compreso l’Egitto a danno dell’Impero Bizantino che nonostante ricerchi di riconquistarlo, inviando una flotta in Egitto, non riuscirà nell’intento invece l’Impero Persiao più ad oriente, dopo anni di guerre con l’Impero Bizantino, nel 651 D.C. verrà travolto dall’avanzata Araba non possedendo la sua capitale Ctesifonte difese paragonabili alla capitale Bizantina Costantinopoli.
Gli Arabi i primi anni dell’ VIII secolo D.C.a attuarono una manovra volta ad attaccare in due fasi distinte, l’Europa una attaccando verso il territorio dei Franchi, nel 732 D.C. dall’altro attaccando l’Impero Bizantino ad Oriente, nel 717 D.C. decisi a conquistare Costantinopoli.
Nel 717 D.C. veniva incoronato Imperatore Bizantino Leone III della dinastia Isaurica ed appena divenne Imperatore, dovette affrontare la minaccia Araba, volta ad attaccare la capitale Bizantina con 120000 uomini e con una flotta di 1800 navi.
L’Imperatore Bizantino, utilizzando il fuoco greco, un’arma segreta di cui la divulgazione della formula prevedeva la condanna a morte, era una miscela di più sostanze che a contatto con l’acqua invece di spegnere le fiamme, alimentava il fuoco e questa nuova micidiale arma sconfisse la flotta Araba, facendola ritirare mentre i difensori sulle Mura Teodosiane, riuscivano a resistere agli attacchi degli Arabi, decimati sia dagli tacchi dei Bulgari, alleati dei Bizantini perché preoccupati se l’avanzata Araba fosse riuscita ad arrivare ai loro territori e da un inverno rigido al quale gli Arabi non erano abituati a temperature tanto basse.
Il Califfo inviò navi con provviste e soldati per proseguire l’assedio di Costantinopoli ma l’equipaggio cristiano della flotta Araba si ribellò e l’esercito Arabo patito dalla Siria, venne sconfitto dall’Esercito Bizantino.
La Minaccia Araba ad Oriente, era stata fermata dall’Impero Bizantino, anche con l’aiuto dei Bulgari, in occidente nel 732, un’armata Araba di Abd Al Ra Man b un governatore Arabo, attraversò l’Aquitania, Bordeaux e intendeva marciare con il suo esercito verso la città di Tours, il suo intento era si saccheggio ma se non fosse stato fermato dai Franchi di Carlo Martello, ci sono possibilità che l’attacco per saccheggio diventasse attacco per conquista.
Il Duca di Aquitania domandò aiuto ai Franchi di Carlo Martello, nonostante avesse in passato avuto rapporti amichevoli con gli Arabi e non altrettanto amichevoli con i Franchi il quale rispose di essere d’accordo nel fornire l’aiuto in cambio di comandare personalmente la spedizione contro gli Arabi.
La battaglia di Tours si svolse nel 732 D.C. a Tours e i Franchi riuscirono a sconfiggere gli Arabi poiché Carlo Martello conscio della tattica Araba di fingere una ritirata per farsi inseguire e poi attaccare di nuovo l’avversario, nel momento dell’attuazione di tale tattica in battaglia, ordinò alle sue truppe di restare nelle proprie posizioni e non di inseguire il nemico mentre l’alleato Duca di Aquitania attaccava con la sua cavalleria nascosta nel bosco una parte delle truppe Arabe tornate per difendere l’accampamento e la parte dell’esercito Arabo rimasta sul campo di battaglia, non avendo un equipaggiamento pesante come i Franchi sebbene più agili nello scontro, erano meno resistenti e vennero massacrati dagli uomini di Carlo Martello, facendo fuggire i superstiti della battaglia.
La Battaglia di Tours, sebbene abbia respinto gli Arabi ad occidente, alcuni storici attribuiscono alla vittoria Bizantina del 674 D.C. il primo assedio Arabo finito con una vittoria dei Bizantini, la battaglia che fermò l’avanzata Araba, in Occidente, dall’ultimo assedio Arabo contro Costantinopoli, passeranno circa 700 anni prima che l’Europa debba affrontare un altro attacco mussulmano, attacco che avverra’ dopo, con la caduta della capitale Bizantina avvenuta il 29 maggio 1453, da parte dei Turchi Ottomani i quali assalteranno Vienna nel 1529 e successivamente nel 1683 entrambi finiti con una sconfitta turca.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Storia Medievale

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...